Ambientazioni – Le 5 che vorremmo visitare (with Nyu)

Salve a tutti,
è arrivata l’estate e, dato che io e Nyu (di Ore-sama, qui) non avremo modo di andare in vacanza da nessuna parte, abbiamo pensato di dedicare la collaborazione di questo mese alle ambientazioni da sogno che vorremmo visitare/vedere/vivere almeno una volta.

Prima di iniziare, al solito, devo fare delle piccole premesse:
  • Con ambientazione si intende non soltanto un posto Fisico, ma anche un determinato momento storico/dell’anno o una precisa situazione che fa da sfondo a una vicenda.
  • Questa top 5 è una lista (non una classifica) e comprende anche ambientazioni non reali, perché se si vuole volare con la fantasia, tanto vale farlo per bene.

1. Feste e templi giapponesi

In tantissimi anime/manga, soprattutto shoujo, sono presenti queste tipiche feste a cui i protagonisti partecipano vestendo splendidi kimono/yukata, mangiando cibi tipici e godendo dell’atmosfera romantica creata dal tempio illuminato. Sogno da tempo di poter partecipare a una di queste feste e spero di riuscire a vederne alcune quando finalmente andrò in Giappone.

2. Festival scolastici

Rimanendo nella realtà, tra le ambientazioni che fanno da sfondo a molte storie ambientate in Giappone c’è il classico festival scolastico, momento dell’anno in cui tutti gli studenti si adoperano per creare qualcosa di interessante che attragga clienti o intrattenga amici e parenti. Il festival scolastico viene sempre dipinto come un momento di grande lavoro, ma anche di collaborazione e socializzazione, per questo è quasi sempre lo sfondo di evoluzioni nelle relazioni tra i personaggi della storia. Ecco, io vorrei potermi immergere in uno di questi festival, vedere con i miei occhi come sono nella realtà e apprezzare gli sforzi di questi giovani. Se avessi avuto una decina di anni in meno, in realtà, mi sarebbe piaciuto vivere qualcosa del genere in maniera prima persona… ma sono ormai lontana dal periodo dell’adolescenza.

3. La casa dell’antico mago

Nel mezzo delle campagne inglesi c’è una piccola casetta abitata dal mago Elias e da Chise, protagonista di The Ancient Magus Bride. L’abitazione in pietra è piccola e accogliente, circondata da un bel giardino e tanto verde, abbastanza isolata ed è gestita da una governante amorevole, che rende l’ambiente ancora più caldo. Questo piccolo posto immaginario sembra un’oasi di pace e ospita spesso creature magiche, che vorrei ovviamente essere in grado di vedere, se visitassi un posto del genere.

4. Il Castello Errante

Siamo onesti: chi non vorrebbe visitare almeno una volta il famoso e strampalato castello di Howl? Nonostante all’esterno appaia come un ammasso confuso di legno, metallo e altri materiali di costruzione, il tutto in grado di muoversi su delle sottilissime gambe magicamente in grado di reggerne il peso, all’interno l’abitazione del mago sembra calda e accogliente (soprattutto dopo l’arrivo di Sophie che la riordina) e il fatto che il portone possa sbucare in posti diversi e bellissimi lo rende ancora più affascinante. C’è veramente qualcuno che non vorrebbe vederlo o passarci una vacanza?

5. Il Reame Nascosto

Aoi, la protagonista di Kakuriyo No Yadomeshi, viene trasportata nel Reame Nascosto degli Ayakashi, un posto che ha l’aspetto di un’antica città giapponese, ma piena di luci e colori e sorvolata da navi volanti. Un paesaggio assolutamente pittoresco, un posto pieno di intrattenimento e di creature particolari. Un posto così accenderebbe di sicuro la mia curiosità.

Queste sono le cinque ambientazioni che sognerò quest’estate. Ce n’erano altre interessanti e particolari, ma sono rimaste fuori dalla lista perché visitare posti in cui potenzialmente potrebbero accadere ogni sorta di misfatti sarebbe alquanto poco rilassante.

Come sempre fateci sapere quali sono le vostre ambientazioni del cuore, i luoghi, i panorami e le situazioni che vorreste vedere o vivere. Non dimenticatevi di leggere anche il post di Nyu (qui).

A presto,


Nota: le immagini inserite non mi appartengono e sono state utilizzate a puro scopo illustrativo.

Precedente The Promised Neverland Successivo Golden Cage

4 commenti su “Ambientazioni – Le 5 che vorremmo visitare (with Nyu)

  1. Il festival scolastico attira anche me, e mi è sempre piaciuto anche quando alle medie si facevano quelle due o tre giornate di saggi, canti, recite e via dicendo. Certo, nulla in confronto… ahaha! 🙂
    Le feste tradizionali? TOP.
    Bancarelle, pesciolini, gente con quegli abiti… sanno di estate 🙂

    Moz-

    • iyanceres il said:

      Trovo che lasciar esprimere i ragazzi in vario modo sia molto costruttivo, quindi anche io ho sempre apprezzato questo genere di attività alternative alle lezioni. E anche per questo il festival scolastico giapponese mi sembra una gran cosa.
      Le feste tradizionali sono in cima alla mia lista delle cose che voglio vedere nella vita, possibilmente indossando uno yukata. ♡.♡

  2. Non ho ancora visto The Ancient Magus Bride ma, da come la descrivi, più che fare una visita, in quella casa ci vivrei… ahahahah!
    *magari rimandiamo il discorso ad un’altra futura collaborazione*

    Anche io ho inserito i festival scolastici.. sono troppo onnipresenti per non attirare l’attenzione.

    • iyanceres il said:

      Anche io probabilmente vivrei nella casa di Elias di The Ancient Magus Bride. Certo… parliamo di un mondo senza tecnologia e Wi-Fi (cosa che potrebbe essere sia un bene che un male, dipende dai punti di vista XD).
      Festival Scolastici, festival scolastici ovunque! XD

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.