Tapas!

Salve a tutti,
giugno è finito e con lui è terminato anche il mini progetto #BeProud che, non nego, mi ha tenuta un po’ occupata ma mi ha dato anche tanta soddisfazione: è stato bello potermi confrontare con persone diverse e sconosciute e portare un po’ del loro vissuto in questo piccolo spazio. Mi auguro sia stata un’esperienza altrettanto positiva anche per voi lettori.

Ma ora si torna alla classica programmazione che… dati gli impegni personali potrebbe essere un po’ meno costante. Sorry.

Il post di oggi è a tema Tapas ma, al contrario di quel che potreste pensare, non parleremo di cibo, bensì di fumetti!

Che cosa è Tapas?

Tapas è un’applicazione per mobile (ma c’è anche la versione web: qui) per leggere comics. Serve a leggere brevi capitoli o strisce di fumetti inediti caricati su questa piattaforma, in maniera del tutto legale e, allo stesso tempo, consentendo di supportare i creator gratuitamente. Più o meno (poi vi spiego perchè).

Il funzionamento di Tapas è abbastanza semplice: scaricando l’app (o iscrivendovi sul sito) potete trovare varie opere, alcune costituite da tante vignette singole, altri da veri e propri capitoli. Talune sono fruibili gratuitamente (o, talvolta, sono gratis i primi capitoli, per consentire al lettore di capire di cosa tratta l’opera), altre hanno dei capitoli sbloccabili pagando in Ink (“inchiostro”, la valuta dell’app). L’inchiostro, a sua volta, può essere raccolto pagando con i dindini veri oppure guadagnato tramite la visione di pubblicità, la compilazione di questionari e simili.

La pagina “More” con il profilo personale e la possibilità di comprare o guadagnare inchiostro.

Ma volendo essere concisi, quali sono i pro e i contro di Tapas?

PRO:

  • Tapas fornisce la possibilità di leggere fumetti e brevi strisce gratuitamente ma in maniera legale supportando quindi i creatori di queste opere;
  • Nonostante l’upload di contenuti non sia riservato ai professionisti, ci sono delle opere abbastanza interessanti che valgono il download dell’app. Io, ad esempio, l’ho scaricata per seguire FANGS, una raccolta di strisce a fumetti disegnate da Sarah Andersen, artista che adoro (e che, ovviamente, vi consiglio);

  • Poter leggere brevi fumetti da un app per cellulare è di sicuro comodo per quando si deve stare fuori casa o si è in fila o sui mezzi pubblici, per ingannare il tempo. Non per altro il motto di Tapas è proprio: “Bite-sized stories on the go”.
  • L’app è ben realizzata e divisa in pagine abbastanza intuitive a facili da esplorare.

Contro:

  • Come è facilmente intuibile, guadagnare Ink a titolo gratuito è molto meno abbordabile che pagare il denaro reale (soprattutto perchè ci sono periodi con offerte vantaggiose). Io cerco di basarmi solo sulle pubblicità, ma non vi nego che, piuttosto che cedere info personali, tramite sondaggi, al mondo intero, in certi casi ho preferito pagare una piccola cifra e fare scorta di Ink;
  • Tapas funziona a capitoli e, a parte i titoli interamente gratuiti e quelli che, aspettando, si sbloccano gratuitamente nel tempo (es: gratis un capitolo a settimana, ma se lo vuoi  tutto subito devi pagare in Ink) non tutti i capitoli danno lo stesso senso di appagamento. Parlando in maniera diretta, con 300 Ink (in media) sblocco un nuovo capitolo, ma in alcuni casi è solo una striscia di due vignette, in altri casi un vero e proprio capitolo, con più scene e dialoghi (e quindi, ovviamente, il feeling finale del lettore sarà diverso).
  • Necessita della connessione internet per funzionare (a parte per i capitoli che si possono scaricare, ma ammetto di non aver ancora del tutto indagato questo aspetto).
  • Le opere sono in inglese (il che, ovviamente, è negativo solo se non parlate questa lingua).
Alcune delle pagine dell’app.

In conclusione, Tapas è un buon modo per leggere fumetti inediti e senza obbligo di spendere denaro, purchè ci si armi di un po’ di pazienza. E’ anche un buon modo per intrattenersi senza dover per forza iniziare opere lunghe o complesse (e tra l’altro adoro leggere alcuni dei commenti degli utenti sotto ai singoli capitoli). Nel sistema c’è ovviamente qualche pecca, ma inevitabilmente un servizio finisce per avere pro e contro. Per correttezza vi segnalo che ci sono anche delle Novel (credo sempre da sbloccare a capitoli), ma non avendone letta alcuna non posso pronunciarmi a riguardo.

Fatemi sapere se conoscevate questa app/questo sito, se vi interessa o se vi ispira questa idea di leggere spezzoni di fumetti “on the go”.

A presto,

 

 

Spread the love
Precedente A per Asessualità [#BeProud] Successivo STOP

2 commenti su “Tapas!

    • iyanceres il said:

      Oh No. XD
      I dialoghi in molti casi non sono tanto più complessi di così, eh, ma capisco che dia noia approcciarsi a qualcosa in un’altra lingua. Ti dà sempre l’impressione di perdere delle sfumature.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.