Promossi e bocciati: letture e visioni degli ultimi mesi

Salve a tutti,
è da un po’ che medito di adottare un format di questo tipo, per raccontarvi delle letture che ho fatto o di serie e film che ho visto, dicendovi se e perchè mi sono piaciuti, senza bisogno di approfondire le opere in questione.

Nello specifico, in questo primo appuntamento (mi direte voi se vi è piaciuto o meno, così da decidere se ne seguiranno altri) volevo raccontarvi di alcuni titoli che ho recuperato da inizio anno fino ad ora.

Le terrificanti avventure di Sabrina (Chilling Adventures of Sabrina)

Questa serie, unico telefilm che tratterò in questo post, è approdata su Netflix lo scorso ottobre e ha fatto molto parlare di sè. C’è chi la considera molto interessante, ma c’è anche chi l’ha un po’ demolita. Per quello che mi riguarda, come molti altri ho apprezzato tantissimo sia i toni cupi della serie, che mi pare piuttosto ben realizzata a livello visivo e di atmosfera, sia le tematiche di fondo di tutta la storia di Sabrina. Mi piacciono molto i personaggi femminili forti che vengono mostrati, così come apprezzo come viene dipinta la Chiesa della Notte, opposta alla Cristiana, ma con dei difetti in comune. La serie è tuttavia indirizzata a un pubblico giovane, a degli adolescenti, quindi non mancano questioni sentimentali, battute scontate e qualche clichè. Se questi fattori non vi infastidiscono particolarmente potreste trovarla una serie valida, per quello che mi riguarda ve la consiglio assolutamente.

– PROMOSSO A PIENI VOTI –

 

Blend S

Questo anime racconta la storia di Maika, ragazza molto timida che, ogni volta che cerca di sorridere, finisce per spaventare le persone. Il proprietario di un locale a tema, tuttavia, trova questo suo lato affascinante e le chiede di diventare una sua dipendente, così da intrattenere i clienti con il suo lato “sadico”. Come Maika, anche le altre cameriere recitano una precisa parte, quindi avremo ogni tipo di ragazza, dalla Tsundere, alla Onee-chan, alla Idol.
Questo titolo è piuttosto leggero, con un buon quantitativo di fanservice ma senza essere volgare. Nonostante ci sia del tenero tra la protagonista e il proprietario del locale, la storia evolve molto poco, quindi, anche se non mi è dispiaciuto compressivamente, lo consiglio solo a chi ha voglia di svagarsi con qualcosa di colorato e poco impegnativo. O di guardare tante belle ragazze in uniforme.

– PROMOSSO –

Vi posto anche la sigla, che trovo riassuma abbastanza bene il mood dell’opera.

Scum’s Wish (Kuzu No Honkai)

I protagonisti di questo anime seinen sono un ragazzo e una ragazza che stanno insieme per evitare la solitudine, dato che le persone che amano veramente sono irraggiungibili. Intorno a loro si muovo molte altre figure, con i loro dubbi, le loro emozioni, le loro incertezze.
Quest’anime è particolare e non ho ancora capito se mi sia piaciuto o meno. Se da una parte mi ha incuriosito molto il fatto che trattasse il vero essere dei personaggi, mostrandone a volte anche i pensieri e i desideri più subdoli (in fondo lo stesso titolo significa letteralmente “Il desiderio della feccia”), dall’altra alcuni soggetti mi è parso venissero un po’ troppo estremizzati o esagerati in alcuni reazioni. Mi piace il fatto che si parli di sesso e non solo di situazioni etero, ma contemporaneamente l’intero anime ruota per lo più intorno a rapporti un po’ distorti e mi ha un po’ infastidito che a volte si facesse passare il sesso stesso come una cosa meccanica e inevitabile. Non so, ma ho la perenne sensazione che ci siano anime che dipingono tutti i rapporti come meravigliosi e altri che invece debbano solo far vedere il lato oscuro di certe dinamiche, ma una via di mezzo non c’è?

– DUBBIO –

Shokomeza – Le ragazze anelano alla landa selvaggia

Questo breve anime lo potete trovare su YouTube, sul canale della Yamato Animation, e racconta di un gruppo di adolescenti che si uniscono per creare un videogioco. Ognuno si mette in gioco per ragioni diverse e fa del proprio meglio per portare a termine l’opera, anche se le relazioni tra di loro non sono sempre facili.
Tra i cartoni di cui parlo oggi, questo è quello che più mi è sembrato completo: mostra dei personaggi con dei desideri e delle speranze, che interagiscono, che si fanno forza o litigano tra di loro, senza essere sempre pesante ma neanche eccessivamente vuoto. C’è anche una trama molto semplice di base, che crea un po’ di trasporto nello spettatore e quindi la manciata di episodi si possono esaurire in veramente poco tempo. Ho anche apprezzato che il classico episodio di fanservice al mare sia stato chiamato proprio “Allora è questo il famoso episodio fanservice”, così da mettere subito in chiaro la situazione e ironizzare sul genere. Se cercate una storia sentimentale che non si focalizzi esclusivamente sull’amore tra dei liceali, ma piuttosto sul desiderio di realizzazione e l’amicizia, ve lo consiglio.

– PROMOSSO –

La mia prima volta – My Lesbian Experience with Loneliness

Manga autobiografico di Kabi Nagata (pubblicato in Italia dalla J-Pop), è consigliato da chiunque ne abbia parlato on-line (per lo meno da quello che ho letto). Lo avevo puntato alla sua uscita e appena ho avuto un paio di spicciolini da parte, ho deciso di recuperarlo, anche per fare una lettura diversa dal solito. Il manga, dallo stile semplice e tutto a colori (o, meglio, prevalentemente in bianco/nero e rosa), racconta un po’ della vita dell’autrice, che si riscopre attratta dalle donne, che ragiona sul suo essere, che ha problemi con il cibo e a trovare il lavoro giusto e molto altro. E’ come seguire i pensieri e i ricordi dell’autrice, espressi a volte in maniera ironica, altre volte in maniera più seria, anche se sempre tramite dei disegni semplici e abbastanza “cute”. E’ una lettura che anche io stra-consiglio, sia perchè aiuta a mettersi nei panni di qualcun altro, sia perchè tratta in maniera delicata dei temi piuttosto complessi.

– PROMOSSO E CONSIGLIATISSIMO –

Umibe no étranger

Manga yaoi (apparentemente) one-shot e pubblicato in Italia dalla Flashbook Edizioni. La storia ruota intorno all’incontro tra due ragazzi dai passati tormentati, uno per la perdita della madre, l’altro per il distacco doloroso dalla famiglia. Entrambi hanno paure e incertezze, ma finiscono per legarsi molto tra loro. Nonostante sia piuttosto semplice, la storia è molto dolce e mi verrebbe da consigliarne la lettura non solo agli amanti del genere, considerando che non è particolarmente spinto (e, si, mi sto riferendo alle scene osè). Perchè ho detto “apparentemente one-shot”? Perchè anche se la storia potrebbe considerarsi autococlusiva, l’autrice sta realizzando ora un seguito, Harukaze no étranger, ancora in corso (che recupererò con calma, qualora dovesse finire).

– PROMOSSO E CONSIGLIATISSIMO –

Namaiki Zakari

Questo shojo, ancora in corso e inedito in Italia, è un titolo che vi consiglio, soprattutto se siete amanti del basket e delle love story che evolvono gradualmente. Namaiki Zakari, infatti, riguarda le vicende di Yuki, una ragazza un po’ fredda ma dal grande senso del dovere, che è manager della squadra di basket del suo liceo. Proprio grazie al club di basket conoscerà un ragazzo di un anno più giovane, Naruse, apparentemente un tipo fastidioso, ma con cui nascerà del feeling. Il bello di questa storia è che i protagonisti si fanno sempre forza a vicenda e, col trascorrere del tempo, per via delle loro esperienze, crescono insieme e cambiano. Ovviamente non mancheranno le classiche gelosie e i triangoli amorosi, così come le frasi sdolcinate e qualche scena clichèè pur sempre uno shojo!

– PROMOSSO E CONSIGLIATO (E SPERIAMO CHE ARRIVI IN ITALIA!)

Spero che questo post sia stato di vostro gradimento e magari anche di avervi consigliato qualche titolo che non conoscevate già. Come sempre, se avete visto/letto le opere in questione, fatemi sapere cosa ne pensate.

A presto,

 


Ps: le immagini utilizzate in questo post non mi appartengono e sono state inserite a puro scopo illustrativo.

Precedente Villain - Top 5 preferiti (con Nyu) Successivo Cose che mi fanno arrabbiare, Capitolo 5: Sensibile

2 commenti su “Promossi e bocciati: letture e visioni degli ultimi mesi

  1. Mi piacciono questi consigli flash (però così mi rendo conto di quante cose in più sei riuscita a vedere/leggere rispetto a me!!!! SOB!).
    “La mia prima volta” dovrei leggerlo a breve; di volta in volta lo metto in cima alla mia infinita pila di manga! xD
    Al momento ho in mano “Il pene del senpai” che scritto così… ehm…………… Però è esattamente quello che vorrei leggere in questi giorni e ce l’ho davvero qui con me… coff! coff!
    Meglio chiudere qui! Ciaoooooo! xD

    • iyanceres il said:

      Quello che mi aiuta nel recuperare soprattutto anime/serie è il fatto che sono sempre sola a casa, quindi, nelle pause pranzo o a cena (a volta anche a colazione) mi guardo qualcosa. Ovviamente quando vivevo con altre persone (la mia famiglia prima, la maggior parte dei coinquilini dopo) questa cosa non era possibile e rimanevo molto indietro rispetto a ciò che mi incuriosiva o avrei voluto vedere.
      Sono convinta che troverai, prima o poi, il tempo di recuperare tutto, quindi non preoccuparti. 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.